Il presidente turco Erdogan attacca Draghi: "Impertinente e maleducato"

1' di lettura 14/04/2021 - Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha replicato al premier italiano che lo aveva definito "un dittatore".

È arrivata secca la replica del presidente conservatore turco Erdogan alle parole del presidente del Consiglio italiano Mario Draghi che lo aveva etichettato in precedenza come "dittatore".

"Le dichiarazioni del primo ministro italiano sono di una totale impertinenza e maleducazione" ha detto testualmente Erdogan, intervenendo ad un incontro con alcuni giovani in una biblioteca di Ankara, secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa turca 'Anadolu',

Le parole di Draghi dell'8 aprile scorso dopo il 'sofagate' di Von der Leyen, (definito dalla protagonista stessa come “incidente molto imbarazzante”), avevano scatenato l'immediata suscettibilità di Ankara che aveva convocato l'ambasciatore italiano.

Così infatti, si era espresso il ministro degli Esteri turco, Mevlüt Çavuşoğlu, a proposito di quanto detto da Draghi: "Condanniamo con forza le inaccettabili parole del premier nominato italiano sul nostro presidente eletto".

Nonostante il tentativo di ricucitura delle diplomazie nei rapporti italo-turchi e il colloquio avuto con l'ambasciatore Massimo Gaiani, (convocato al ministero degli Esteri dopo le parole di Draghi), il vice ministro degli Esteri turco e direttore degli Affari Ue Faruk Kaymakci aveva chiesto che fossero "ritirate le inaccettabili dichiarazioni del presidente del Consiglio italiano", e, secondo quanto riportato dall’emittente Trt, Erdogan, riferendosi sempre alle parole del presidente del Consiglio, aveva già affermato che "Hanno danneggiato i rapporti tra Turchia e Italia".






Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2021 alle 18:01 sul giornale del 15 aprile 2021 - 110 letture

In questo articolo si parla di politica, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXxJ